Insegna per tabacchi: come allestire il tuo negozio

  • insegna per tabacchi

Insegna per tabacchi: come allestire il tuo negozio

insegna per tabacchi

Possedere una tabaccheria è una grande responsabilità perché puoi garantire dei servizi al pubblico unici: pagamento delle bollette a del bollo auto, canone Rai, ricariche telefoniche, cancelleria in genere e vendita di biglietti della lotteria. Tanti vantaggi che ti possono garantire un flusso costante di clienti. Ma perché non poter essere ancora più visibile con una insegna per tabacchi? Ecco qualche idea utile per la tua tabaccheria.

Insegna per tabacchi: la T è il tuo simbolo

Come la S per Superman, la T di una insegna per tabacchi è il simbolo di una tabaccheria. In qualsiasi parte d’Italia tu ti trovi sarai in grado di riconoscere all’istante questo tipo di esercizi commerciali e quindi usufruire, se ne hai bisogno, dei servizi annessi.

Si tratta di un simbolo uguale per tutti secondo la legge, ma nessuno ci vieta di rendere il nostro più visibile. Ecco perché devi iniziare subito a verificare quanto la tua insegna sia performante e quanto possa aiutarti a far conoscere il tuo lavoro.

Inizia col chiederti: si vede da lontano? Durante la notte si illumina abbastanza? E durante il giorno? Domande lecite che servono in primo luogo a capire dove stai sbagliando e in secondo luogo cosa puoi fare fin da subito perché quella T diventi un richiamo efficace.

Cosa non deve mancare in una insegna per tabacchi

La legge ha stabilito l’obbligatorietà dell’insegna, demandando a circolari dell’Amministrazione dei Monopoli di Stato la disciplina in materia. Due circolari del 1956 e del 1957 prescrivono il tipo a “bandiera”, le dimensioni minime di cm 40 x 75 e l’indicazione della “T” in campo scuro (nero, bleu, grigio, ecc…) con il numero di rivendita. Ricordiamo anche che un decreto ministeriale del 1984 ha stabilito l’obbligo dell’esposizione dell’insegna “valori bollati” ovvero l’inserimento di tale dicitura all’interno della targa regolamentare di cui sopra. (fonte: tabaccai.it)

Le rivendite di monopolio sono obbligate a esporre l’insegna di esercizio secondo quanto previsto all’art. 17 della Legge 1293/57. La regole da rispettare sono poche, ma fondamentali:

  • una insegna per tabacchi deve avere dimensioni pari a 40×75:
  • la lettera T, obbligatoria, deve essere bianca su sfondo nero;
  • non deve mancare lo stemma della Repubblica Italiana, il numero della rivendita e le scritte “Sali e Tabacchi” e “Valori Bollati”;
  • se la ricevitoria prevede anche il gioco del Lotto, c’è l’obbligo secondo l’art. 19 del DPR 303/90 di esporlo nella insegna.

Esistono limiti sull’uso di materiali e illuminazione? No, ed è qui che giochi la partita più importante.

insegna tabacchi

Attirare clienti con una insegna dedicata

Pubblicizzare la tua tabaccheria è uno dei primi “scogli” che incontri quando decidi di lanciarti in questo business. Che tu sia un nuovo arrivato o un veterano, il modo più semplice per portare clienti nel tuo punto vendita è quello di attirare l’attenzione dei passanti con una insegna per tabacchi.

È facile intuire come un pannello luminoso a led attiri le persone molto di più rispetto ad una stampa su cartellone, soprattutto durante le ore notturne. E se potessimo applicare degli effetti su quei led? Il risultato sarebbe ancora più impattante e, per dimostrartelo, ecco un video esplicativo sulle soluzioni che puoi adottare da subit:

Questa insegna per tabacchi ha un altro vantaggio notevole, ovvero quello di avere il massimo della visibilità anche durante il giorno. Può sembrarti strano, ma molte volte il sole crea dei riflessi tali per cui l’insegna sia poco visibile anche da lontano mentre, con questa soluzione, il problema viene eliminato.

In questo caso solo la lettera T viene messa in evidenza, ma pensare di strutturare un intero pannello con i led è ancora più vantaggioso. L’immagine sarà nitida da qualsiasi angolazione, i messaggi chiari e l’automobilista di passaggio noterà subito l’attività commerciale.

Come abbiamo già fatto anche per l’articolo dedicato alle pizzerie, ecco qualche consiglio utile per posizionare la tua insegna:

  • se la tabaccheria si colloca a bordo strada, puoi posizionarla in alto per attirare l’attenzione di chi arriva da lontano;
  • se si trova all’interno di una laterale poco illuminata, puoi metterla nel cancello di entrata o a inizio via se hai i permessi necessari;
  • se si trova in una area pedonale, puoi installarla ad altezza di uomo in modo che venga vista subito e senza difficoltà.

Cosa devo inserire in una insegna per tabacchi?

Cosa mi conviene inserire in una insegna per tabacchi? Posso mettere tutti i servizi che offro? Dubbio lecito sul quale vogliamo darti una mano. L’insegna è, come per ogni attività commerciale, il biglietto da visita e il tuo scopo è quello di far capire subito ai tuoi clienti cosa offri in più rispetto ad altri. Ad esempio:

  • all’interno è possibile giocare al Lotto, al Superenalotto o al Gratta&Vinci? Inserisci i loghi nella tua insegna. È obbligatorio, ma serve a comunicare che offri quel servizio con tutto quello che ne consegue. Un passante, oltre al semplice gioco, saprà che all’interno potrà pagare le bollette, il canone Rai o il bollo auto.
  • all’esterno hai installata una macchina self-service? Segnalalo! Scrivere su una insegna per tabacchi che l’attività funziona 24h su 24 con un distributore automatico non è sbagliato ma anzi, ti permette di fornire alcuni servizi anche durante le ore di chiusura.
  • vendi quotidiani? Considera l’idea di scrivere “edicola” nella tua insegna;
  • hai una sala slot machine dedicata? Niente di vieta di farlo sapere ai tuoi potenziali clienti.
  • se esegui ricariche telefoniche non esitare a metterlo, può tornare utile a chi ti incontra.

Questi sono solo alcuni dei consigli che puoi mettere in pratica. Hai altre idee? Vuoi saperne di più? Contattaci!

error: Content is protected !!