Come fare digital signage in store

  • come fare digital signage in store

Come fare digital signage in store

Negli ultimi 5 anni il settore della comunicazione pubblicitaria sta vivendo una vera e propria rivoluzione: sempre più negozi hanno deciso di puntare al digital signage per veicolare il proprio brand. Di cosa si tratta? E come puoi sfruttare questa tecnologia per il tuo store? Scopriamolo.

Digital Signage in store: cos’è?

Per “Digital Signage” si intendono tutti quegli strumenti audiovisivi che ti permettono di veicolare un messaggio promozionale all’interno di un ambiente. Parliamo di videoproiettori, monitor, totem e display di varie dimensioni, posizionati nei posti che prima erano occupati dai classici cartelloni. Sempre più store hanno capito che il potenziale del digital signage è altissimo e, se mescolato con la giusta strategia marketing, può portare grossi risultati.

Ci muoviamo in un settore chiamato retail marketing 2.0 dove, i potenziali clienti, basano la propria esperienza sul grado di engagement che il punto vendita riesce a creare nei loro confronti. Immaginiamo di essere all’interno di uno store: saremo più attratti da un cartellone con una promozione o da uno schermo al plasma che ci elenca le ultime novità uscite e tutti gli sconti che ottengo con la mia carta fedeltà?

È chiaro come il Digital Signage eleva la visibilità del tuo brand e, cosa più importante, può influenzare e aiutare l’utente durante il suo percorso d’acquisto. Si parla quindi di digital signage promozionale.

Digital Signage promozionale

Rientrano in questa categoria tutti quegli strumenti che comunicano all’utente promozioni, saldi, offerte e spot del brand. Questo settore, dedicato soprattutto a chi ha a che fare con il pubblico, presenta un margine di personalizzazione enorme e un grado di coinvolgimento elevato se il messaggio è costruito a dovere.

Perché scegliere il digital signage per lo store?

Uno dei vantaggi che il digital signage ha, rispetto alla carta, è quella di dialogare in modo diretto con il consumatore. Il messaggio non è più unidirezionale, ma può avvenire sia da una parte che dall’altra coinvolgendo al massimo il nostro cliente.

A supporto di questa tesi ti riportiamo qualche dato: da un’indagine condotta dal Platt Retail Institute emerge che la vendita dei prodotti promossi tramite display e contenuti multimediali subisca un aumento anche del 25%, con picchi che arrivano fino al 60%.

Inoltre, secondo un’altra indagine condotta dalla multinazionale Ipsos, il 70% dei consumatori è influenzato da schermi e display durante l’atto d’acquisto ricordando addirittura il 50% delle marche presentate.

Questo va di pari passo con l’evoluzione tecnologica del digital signage in store: se fino a qualche anno avevamo a che fare con ingombranti tubi catodici, oggi possiamo introdurre il 4K e l’UHD anche su videowall, garantendo un’esperienza altamente immersiva.

Il digital signage in store personalizzabile e coinvolgente

Caratteristica principe del digital signagne è quella di essere personalizzabile e coinvolgente. Un cartellone stampato e appeso rimane lì, mentre un totem con display può variare in qualsiasi momento il messaggio che veicola.

Un negozio di abbigliamento può mostrare una sfilata, chi vende accessori per animali può veicolare i prodotti in promozione, una agenzia viaggi può mostrare le webcam di una determinata meta. Come vedi questi sono piccoli esempi che, se ben studiati, possono essere adattati a tutte le tipologie di prodotti.

Ricorda che il digital signagne in store non si limita al semplice video, ma può trasmettere un messaggio sonoro per attirare l’attenzione o far interagire il cliente con delle domande o un gioco a premi (tramite uno schermo touch o i comandi vocali).

L’interazione che si crea è un ottimo strumento sia per vendere un prodotto, sia per conoscere la tua clientela nel dettaglio. Con le giuste leve puoi fare in modo che gli utenti interessati al messaggio che stai veicolando tramite digital signage ti lascino l’email per la newsletter, o il numero di cellulare per promozioni via WhatsApp. Conoscere i tuoi shopper per sesso, età e tempo di permanenza ti consente di misurare l’effettivo ingaggio del tuo messaggio e di migliorarlo continuamente.

Altro aspetto da non sottovalutare è quello della programmazione: gestire il proprio digital signage in store programmando i propri messaggi a seconda degli orari, delle iniziative o dei picchi di traffico in store è fondamentale per garantire un ritorno economico.

Un unico strumento, tantissime soluzioni.

 

error: Content is protected !!